I PALAZZI RACCONTANO

ALLA  SCOPERTA DELLE FACCIATE ISTORIATE

SABATO 24 OTTOBRE ORE 15.30

Uno sguardo diverso sulla Città Eterna, le cui strade,  piazze e facciate dei palazzi costituiscono un immenso caleidoscopico  museo a cielo aperto. Camminando con il naso all’insù attraverso i vicoli del Campo Marzo scopriremo quei tesori artistici meno noti, perdendoci nel racconto delle loro facciate elegantemente  decorate da stucchi, affreschi, statue. Una sorta di street-art del Rinascimento.

Al solito attraversare lo spazio a  Roma significa viaggiare nel tempo: il nostro percorso avrà inizio dall’area di Campo de’ Fiori dove anticamente si ergeva il Teatro di Pompeo che nel corso dei secoli ha restituito tanti tesori artistici. Sveleremo il mistero della grande statua di Ercole in bronzo dorato volutamente sepolta in antico e poi  lasceremo scorrere lo sguardo sulla elegante facciata di Palazzo Spada, dove tra candelabri, cariatidi e festoni spiccano statue di quegli uomini illustri che costituirono un modello esemplare di vita per la civiltà del Rinascimento, che tanto amarono e imitarono l’arte classica con il suo ricco bagaglio di valori morali. Proseguendo lungo via del Monferrato ci soffermeremo su una singolare Madonna con il Bambino con un attributo insolito: una sega con cui tagliare un monte. Dopo aver ammirato la raffinatissima facciata della Casa dei Pupazzi,  animata da putti, satiri e bei ritratti in stucco ci sposteremo verso Piazza San Simeone dove decorazioni superbe e fantastiche realizzate da grandi maestri del Rinascimento, primo tra tutti Polidoro da Caravaggio, raccontano episodi della mitologia greca e romana in un grande libro per immagini che dopo 500 anni possiamo ancora ‘sfogliare’ con incanto e commozione.

PER INFO E PRENOTASZIONI: info.otium@gmail.com