LA BASILICA DI SAN CLEMENTE

NEL VENTRE DELLA CITTA’

VENERDI’ 22 MARZO

Visitare la Chiesa di San Clemente non consente soltanto di scoprire uno dei più affascinanti edifici sacri del medioevo ma permette anche di compiere un viaggio nel tempo addentrandosi nel ventre della città e scoprire le testimonianze di epoche sovrapposte.

Il sito si sviluppa su tre livelli che si sono sovrapposti attraverso i secoli, per un’altezza complessiva di circa 18 metri. Al livello superiore vi è la basilica medievale vera e propria, completata nel 1123 che presenta nel catino absidale  un meraviglioso mosaico raffigurante il Cristo crocifisso tra la vergine e S. Giovanni Evangelista.

Dalla sagrestia accederemo alla basilica paleocristiana inferiore, costruita alla fine del IV secolo che per tutto l’alto medioevo fu una delle più importanti di Roma, arricchita da affreschi e arredi vari. Questa basilica venne gravemente danneggiata durante il sacco dei Normanni di Roberto il Guiscardo, nel 1084, e, dopo un breve tentativo di ripristino di cui testimoniano alcuni affreschi, venne abbandonata e interrata per costruirvi sopra la nuova basilica.
Al terzo livello si conservano resti di edifici di età romana pubblici e privati databili al I e II secolo d.C.; nell’edificio privato nel III secolo fu realizzato un Mitreo.

PER INFO E PRENOTAZIONI: info.otium@gmail.com