DOMENICA 28/01 CASERTA INSOLITA

 SAN LEUCIO E CASERTA VECCHIA

Una giornata che ci porterà alla scoperta di un angolo della Campania meno noto ma di grande suggestione e ricchezza culturale.

La mattinata sarà dedicata al complesso di San Leucio, fondato nel 1776 dal Re delle Due Sicilie Ferdinando IV di Borbone, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Nel “Museo della seta” che ha sede nel Palazzo del Belvedere vedremo alcuni macchinari originali, ancora funzionanti, per la lavorazione della seta attraverso i quali illustreremo tutte le fasi della produzione. La visita costituisce un’occasione privilegiata per ammirare gli appartamenti storici, arredati con suppellettili provenienti dalla Reggia di Caserta: tra le stanze di maggiore interesse è il Bagno di Carolina, con la vasca in marmo di Carrara e le pareti animati da disegni ad encausto di Philipp Hackert) e, non ultimo, passeggiare nei giardini all’italiana, costituiti da una serie di terrazzamenti con piante identiche a quelle sistemate dal Re sul finire del ’700.

Pranzo a base di piatti tipici campani accompagnati da vini del territorio.

Nel pomeriggio ci perderemo nei vicoli di Caserta Vecchia, splendido borgo medievale che sorge alle pendici dei monti Tifatini a circa 401 metri di altezza. I vicoli e gli edifici raccontano le tante dominazioni subite.

Fu con i normanni che la città ebbe il suo periodo di  massimo livello di splendore a partire dall’XI secolo: a questo periodo risale la costruzione dell’attuale cattedrale, consacrata al culto di San Michele Arcangelo nella quale si fondono lo stile siculo-arabo, quello delle chiese romaniche della Puglia e lo stile benedettino di Montecassino.

Dopo aver ammirato i capolavori artistici ed i vicoli del borgo che offre punti panoramici di grande fascino rientreremo a Roma.

L’arrivo è previsto intorno alle 19.00 circa.

Per info e prenotazioni: info.otium@gmail.com